Il risultato del mio impegno. Per l’Italia e per Desio.

Il risultato del mio impegno in Parlamento per l'Italia e per DesioPortabilità gratuità dei conti correnti.

Nel decreto legge n. 3 del 2015 è stato inserito il contenuto di un mio emendamento che non era stato approvato nella legge di stabilità per il 2015. Ora è legge.

Aumento delle pene per associazione mafiosa (art. 416-bis) e corruzione (art. 318).

E’ il disegno di legge Grasso che avevo firmato a inizio legislatura. Finalmente approvato e corrotti e mafiosi potranno essere puniti più severamente. Ora è legge.

Rientro dei capitali e introduzione del reato di auto-riciclaggio.

Chi ha portato fuori Italia irregolarmente capitali li può dichiarare, dando il proprio nome, dichiarando l’origine dei soldi e pagandoci le imposte. Non è un condono perché i capitali sono mappati e seguiti. Con l’occasione è stato introdotto il reato di chi si “lava i soldi sporchi da solo” senza darli ad altri per ripulirli. Ero anche a favore della proroga per il rientro dei capitali. Adesso sono tornati in Italia 5 miliardi di euro da tassare e abbiamo uno strumento in più per combattere il malaffare. Ora è legge.

Riduzione dei costi dei mezzi investigativi.

Le intercettazioni telefoniche e ambientali costano molto al contribuente e non hanno prezzi omogenei nelle varie procure d’Italia. Un mio emendamento alla delega Madia impegna il Governo a rimettere mano alla materia e a risparmiare il 50 per cento su questi mezzi investigativi. Ora è legge.

Svincolo degli immobili giudiziari per fini di pubblica utilità.

La Cassa depositi e prestiti dava finanziamenti per costruire tribunali ma il governo Monti ha modificato la geografia giudiziaria. Adesso molti tribunali sono vuoti ma vincolati a fini di giustizia. Un mio emendamento alla legge di stabilità 2016 per Desio ha tolto il blocco e vi si potrà trasferire l’ASL. Ora è legge.

Riforma della disciplina dei consulenti finanziari.

La materia necessitava di un rinnovamento. Avevo firmato una proposta di legge in Senato (la n. 1559), che era stata approvata. Poi il suo contenuto è stato trasfuso in un comma della legge di stabilità 2016. Ora è legge.

 

L’impegno continua…

Rimani sempre aggiornato iscrivendoti a LaMeglioItalia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × cinque =